Il re degli ortaggi: il pomodoro!

PomodoriQuando ero piccola i pomodori erano una delle mie verdure preferite insieme al cavolo cappuccio crudo tagliato a listarelle. Ero una bimba un po’ schizzinosa, amante di dolcetti, cioccolato e gelati, come tutti, ma fortunatamente (sull’esempio dei miei genitori!) un po’ di verdura l’ho sempre mangiata volentieri e i pomodori erano una di queste! Non parliamo poi della pasta col pomodoro e basilico, quella è un must nella cucina della maggior parte degli italiani e in casa mia era un piatto molto frequente. Un’altra forma in cui li consumavo era in una delle salse più famose al mondo, il ketchup! Lo adoravo con le patatine e le cotolette, ma lo mettevo anche sul pane tostato o i crackers nelle volte in cui improvvisavo degli antipasti che facevo mangiare a tutti! 😂

Nel tempo per fortuna mi sono evoluta, sia in cucina sia come gusti, e una decina di anni fa a seguito di un viaggio in Sicilia, ho imparato ad amare altre varietà di pomodori oltre a quelli da insalata: i ciliegini, i datterini e i piccadilly. Con questi mi si è aperto un mondo e d’estate non li faccio mai mancare sulla mia tavola! Infine, voglio ricordare una delle versioni più nutrienti: i pomodori secchi! In casa nostra non sono mai mancati e se prima li utilizzavamo solo nella ricetta siciliana degli spaghetti “col capulliato”, ora li utilizzo per insaporire insalate di cereali, sughi e verdure… una delizia squisita e ipernutriente!!!

I pomodori in ogni loro forma sono alimenti molto nutrienti ed è per questo che vengono definiti anche “re degli ortaggi”! Sono arrivati dalla lontana America, ma sono diventati presto un alimento tipico dei paesi mediterranei ritagliandosi un posto in prima fila nella famosa Dieta Mediterranea. Ricchi d’acqua, contengono quantità modeste di proteine e carboidrati e infatti il loro apporto calorico è molto basso: circa 17-20 kcal per 100g!

Cosa li rende tra gli ortaggi più pregiati? Una molecola eccezionale, appartenente alla famiglia dei carotenoidi: il licopene! I pomodori ne contengono  grandi quantità, soprattutto nella buccia di quelli maturi di color rosso vivo. Al licopene sono state attribuite proprietà antitumorali e antiossidanti, che lo rendono un valido alleato per combattere l’invecchiamento cellulare, le malattie cardiovascolari e anche alcune forme di tumore come il cancro alla mammella, alla cervice o collo dell’utero, alla prostata o all’apparato digerente in generale. Inoltre, alcuni studi riportano il suo ruolo protettivo per l’organismo nei confronti delle malattie degenerative come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer.

Un aspetto importante che differenzia il licopene dagli altri micronutrienti è che il suo assorbimento aumenta con la cottura del cibo: se le alte temperature causano la perdita di alcune vitamine nell’alimento, per il licopene è tutto l’opposto! Quindi salse, sughi,  passate e ketchup sono fonti ancora più sicure di licopene rispetto al pomodoro fresco, che invece sarà più ricco di vitamina C. Infine, ricordiamo che è stato dimostrato che l’aggiunta di olio al pomodoro caldo determina un aumento delle concentrazioni di licopene nel sangue.

Insomma, che sia crudo o cotto, il pomodoro ci regala nutrienti meravigliosi per la nostra salute e quindi è proprio il caso di riservargli un posto d’onore sulle nostre tavole! Nei prossimi post vi suggerirò alcune delle mie idee preferite per consumarli, non posso lasciarvi senza ricette, no?! 😉

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...